Ethiopian flower exports could generate an estimated $300-million within two to three years, according to the head of the government export-promotion department, Melaku Legesse.», «The label inside the luxuriously soft black leather handbag reads Taytu: Made In Ethiopia. [222][223] In Etiopia è diffusa soprattutto la pittura a soggetto sacro, caratterizzata da colori molto forti e caldi. Il fatto mise per sempre fine alla presenza politica etiope in Arabia. L'impatto dell'uomo minaccia molte specie, come risultato del cambiamento climatico indotto dalle emissioni di gas a effetto serra. [1] La capitale era Adafa, non lontano dalla moderna Lalibela nelle montagne Lasta. Alcuni fiumi sfociano direttamente nell'Oceano Indiano. La capitale si trovava nei pressi della città di Yeha, a nord dell'Etiopia. Il video… L'Etiopia è un paese dotato di una grande biodiversità: dai deserti lungo il confine orientale, alle foreste tropicali del sud, ad ampie zone afromontane, nelle parti settentrionali e del sud-ovest. Fattovich, Rodolfo (2003) "Akkälä Guzay" in von Uhlig, Siegbert, ed. Negli ultimi anni, in particolare in seguito alle risorse liberate dalla cessazione delle ostilità con l'Eritrea e nel quadro di un processo più generale di ammodernamento, il Paese ha beneficiato della costruzione di un notevole numero di strade, soprattutto nei dintorni di Addis Abeba e delle città maggiori. Queste fonti elaborano il racconto biblico dell'incontro fra la Regina di Saba (chiamata Makeda nella tradizione etiope) e Re Salomone collocando il Regno di Saba in Etiopia. In primo luogo, nel 1967-1975, quando le popolazioni dei centri urbani si sono triplicate. Tuttavia, i primi rapporti continuativi con un paese europeo si verificarono a partire dal 1508, quando l'imperatore Davide II, dopo aver ereditato il trono dal padre, strinse vari accordi col Regno del Portogallo. Le cause di questo declino non sono note. Gli Agau del nord dell'Etiopia fecero parte del governo del paese fino al 1270. [191] La maggior parte delle persone nel paese parla lingue afro-asiatiche e cuscitiche o dialetti originati da rami semitici. Nel primo periodo furono soprattutto le zone del nord e del centro del Paese a godere di un pregevole sviluppo architettonico, mentre il resto del Paese era impegnato in aspre lotte con le forze islamiche. Impiegato come alfasillabario per molte delle lingue del paese, venne usato per la prima volta nel VI e V secolo a.C come un abjad per trascrivere la lingua Ge'ez. Quella inferiore ha al centro un enorme spiazzo continuamente adibito a campo di calcio che rappresenta il punto di congiunzione tra le diverse arterie che portano alla città, una di queste, Bole Road, ex Africa Road, è la più importante e ricca e congiunge il centro con l'areoporto. [19] Il più conosciuto tra i progenitori dell'uomo di cui si hanno tracce resta tuttavia l'Australopithecus afarensis ribattezzato Lucy di 3,2 milioni di anni fa, rinvenuto nel 1974 nei pressi del villaggio Hadar nella valle dell'Auasc del Triangolo di Afar. In questo periodo il regno di Axum giunse a confinare con l'Impero Romano, che controllava l'Egitto settentrionale. "[11], La fine della dinastia Zaguè avvenne quando Yekuno Amlak, che si proclamò discendente ed erede legittimo di Dil Na'od e di agire sotto la guida di san Tekle Haymanot o san Iyasus Mo'a, perseguitò l'ultimo re Zaguè (noto come Za-Ilmaknun, probabilmente Yetbarak.) [84], In seguito all'incidente di Ual Ual del dicembre 1934, il Regno d'Italia il 3 ottobre 1935 attaccò dall'Eritrea e dalla Somalia italiana l'Impero d'Etiopia. Queste comunità preferiscono essere chiamate popolo Habesha o Abescia. [187], Tra i gruppi non autoctoni stranieri si segnalano yemeniti, indiani, armeni, greci, italiani e, singolarmente, una piccola comunità di rastafariani provenienti dalla Giamaica. Nelle violenze sono stati uccisi il capo dell’esercito etiope, il generale Seare Mekonnen, nonché il governatore della regione di Amhara, Ambachew Mekonnen, e uno dei suoi consiglieri. La storia antica della regione è legata a quella delle culture del Medio Oriente, come i Sabei e gli Ebrei. [101], Nel 1994 fu promulgata la nuova costituzione, con la formazione di un parlamento bicamerale e di un nuovo sistema giudiziario. I musulmani generalmente abitano le zone orientali e il nord-est; in particolare le regioni somale dell'Afar, del Dire Dawa e dell'Harari. In seguito ad un attentato al Maresciallo Graziani, nel 1937 venne compiuta una rappresaglia sulla popolazione civile che costò agli etiopi molti morti: 3.000 secondo le stime britanniche, 30.000 secondo le fonti etiopi. I rapporti sono tesi anche con il vicino Sudan. Ethiopia: The Era of the Princes; The Challenge of Islam and the Re-unification of the Christian Empire (1769–1855). [34][35], Il 15 febbraio del 2018 il primo ministro Hailé Mariàm Desalegn ha rassegnato inaspettatamente le dimissioni e il giorno seguente il governo ha dichiarato lo stato di emergenza nazionale;[36] un mese dopo Abiy Ahmed Ali, presidente dell'Organizzazione Democratica del Popolo Oromo (ODPO), uno dei quattro partiti della coalizione di governo, è stato votato leader dell'EPRDF, assumendo il ruolo di primo ministro designato;[37] il 2 aprile viene eletto primo ministro d'Etiopia dal parlamento, diventando il primo premier oromo del Paese. Arnaldo Mauri, "Monetary Developments and Decolonization in Ethiopia". [132], Il primo ministro Meles Zenawi morì improvvisamente il 20 agosto 2012 a Bruxelles[133] e il suo vice Hailé Mariàm Desalegn ne assunse il ruolo per i tre anni successivi. Menelik II, che fu imperatore fino alla morte nel 1913, portò al potere la dinastia Salomonide che si esaurirà con l'ultimo imperatore Hailé Selassié. La grande varietà orografica determina ampie escursioni climatiche, suolo, vegetazione naturale, e modelli di insediamento. L'articolo 39 della Costituzione etiope concede il diritto a tutti gli stati regionali di secessione dall'Etiopia. La conversione al cattolicesimo dell'imperatore Susenyos, avvenuta nel 1624, fu la causa di rivolte e disordini civili che causarono migliaia di morti. Il Reform Act[206] sulla terra venne pensato per aumentare la produzione agricola, che nel periodo tra il 1970 e il 1983 non era al passo con la crescita della popolazione. [186][196], La crescita della popolazione, le migrazioni, l'urbanizzazione hanno reso sempre più difficile e complesso fornire alle persone i tradizionali servizi di base. Le risposte per i cruciverba che iniziano con le lettere C, CO. [167] Il commercio transfrontaliero dei pastori è spesso informale e sfugge al controllo statale e non è ben regolamentato. [38] Nel III secolo il profeta e religioso persiano Mani menzionò il regno di Axum tra le quattro grandi potenze dell'epoca, insieme all'Impero romano, all'Impero persiano e all'Impero cinese.[39]. [140], Il 25 ottobre del 2018 è stata nominata presidente della Repubblica la diplomatica Sahle-Uork Zeudé, primo presidente donna nella storia etiope, e attualmente unico capo di stato donna in tutta l’Africa.[141]. Il potere esecutivo è esercitato dal governo, mentre il potere federale e il potere legislativo sono esercitati sia dal governo che dalle due camere del parlamento. [207], L'istruzione in Etiopia è stata dominata dalla chiesa ortodossa etiope per molti secoli, fino a quando, nei primi anni del 1900 venne adottata l'istruzione secolare. Il governo in questi anni ha dato il via alla costruzione di diverse dighe tra le quali la Grand Ethiopian Renaissance Dam,[163] la Diga Gilgel Gibe III, la Gibe I e la Gibe II. L'Oro d'Etiopia - Il sogno di un frengi, Addis Ababa, Ethiopia. Ofcansky, T and Berry, L. "Ethiopia: A Country Study". I fedeli appartenenti ai cristiani protestanti o Pentay sono concentrati nella Regione delle Nazioni (SNNP) e in Oromia. Nella cultura etiope la carne con i contorni di verdure vengono serviti nell'injera, un grande pasta simile a una focaccia fatta da farina teff. Il governo etiope ora sta programmando lo sviluppo di una nuova rete ferroviaria, che riammodernerà la linea che collega Addis Abeba con Gibuti e prevede la costruzione di nuove linee in tutto il paese. Questo tempio, come altri reperti dello stesso periodo (per esempio gli altari di pietra delle isole-monastero del lago Tana) indicano un forte influsso della cultura ebraica. L'Etiopia si sviluppa su 1.126.829 chilometri quadrati (435.071 sq mi),[145] è il ventisettesimo paese più grande del mondo con una superficie paragonabile alla Bolivia. Tuttavia l'impero fu attaccato in numerose occasioni, da parte sia delle milizie oromo, sia dei ribelli Tigré, sia dell'Impero ottomano e delle forze egiziane nei pressi del Mar Rosso. Mentre il regno di Axum cadde successivamente in declino, il sultanato di Scioà fu fondato nella regione omonima al centro dell'odierna Etiopia; lo Stato fu governato dalla dinastia Makhzumi fino all'incirca al 1280, quando subentrò la dinastia Walashma. Il maggiore lago dell'Etiopia è il lago Tana, situato nel cuore dell'acrocoro. [231] La più tipica e caratteristica forma pittorica fu la miniatura, con origini pre-cristiane. [104][109] Il colpo di Stato provocò insurrezioni e moti popolari in 8 delle 14 province dell'Etiopia, mentre un'incipiente siccità causò enormi problemi ai rifugiati. Secondo il censimento della popolazione nel 2007, circa 1 957 944 persone in Etiopia erano seguaci di fedi tradizionali. Sono molto comuni anche la iena, lo sciacallo, la lince e numerose varietà di scimmie e di uccelli, tra cui l'airone, il pappagallo, l'aquila, il falco e l'avvoltoio. L’Etiopia è uno stato grande dell’Africa Nord-Orientale con capitale Addis Abeba. Arnaldo Mauri, "The short life of the Bank of Ethiopia". Alcune fonti (come la Cronaca di Parigi, e i manoscritti di Bruce 88, 91 e 93) danno i nomi di undici re che avrebbero governato per 354 anni, altre (tra cui il libro di Pedro Páez e di Manuel de Almeida) elencano soltanto cinque re che avrebbero regnato per 143 anni. Il secolo fu caratterizzato da un ristagno nello sviluppo sociale e culturale dell'impero, che fu attraversato da conflitti religiosi sia all'interno della Chiesa ortodossa etiope sia tra la Chiesa stessa e i musulmani. Meles Zenawi, leader del Fronte Popolare di Liberazione del Tigrè, restò a capo di un governo di transizione dal 1991 al 1995, quando si tennero le prime elezioni formalmente multipartitiche della nuova Repubblica Federale Democratica d'Etiopia, dopo le quali venne nominato primo ministro. Frumenzio divenne il primo vescovo di Axum,[40][41] anche se la religione cristiana potrebbe essere stata, in un primo momento, limitata agli ambienti di corte. [20], Anche se i più antichi resti di Homo sapiens risalenti a oltre 300 000 anni fa furono scoperti nel 2004 nella zona del Jebel Irhoud in Marocco,[21] l'Etiopia è considerata uno dei primi siti in cui si svilupparono gli esseri umani anatomicamente moderni;[22] ossa umane di un Homo sapiens di 200 000 anni fa furono rinvenute nel 1967 nell'Omo Kibish a sud dell'Etiopia. L’accordo di Algeri del dicembre 2000 è stato seguito da anni di stallo, scaramucce occasionali e scambi periodici di insulti. [senza fonte] Gli accertamenti italiani successivi riportarono il computo dei morti etiopici a più di 300[24]. I portoghesi aiutarono l'imperatore Davide II e il suo successore Claudio a contrastare l'invasione del Paese da parte del generale Ahmad ibn Ibrihim al-Ghazi del Sultanato di Adal. La maggior parte delle principali città del paese si trova ad altitudini comprese tra i 2.000 e i 2.500 m sul livello del mare, tra cui le capitali storiche come Gondar e Axum. I mesi etiopi iniziano negli stessi giorni, come quelli del calendario copto, ma i loro nomi sono in Ge'ez. Tra il 1975 e il 2000, le popolazioni urbane hanno continuato a crescere mediamente dell'8,1% dal 1975 al 2000. [13] Il nuovo stato, noto come "Impero Etiope", controllava un territorio che comprendeva le regioni di Tigrè, Amhara e Shewa. Development of agriculture in Ethiopia since the 1975 land reform, Population Projection of Ethiopia for All Regions At Wereda Level from 2014 – 2017, Teferra, Damtew and Altbach, Philip. Nel 2012 la squadra nazionale di calcio (Walayia Antilopi) si è qualificata per la Coppa 2012 delle Nazioni Africane (CAF) e più recentemente ha raggiunto le ultime 10 squadre di calcio africane nell'ultima fase di qualificazione per la Coppa del Mondo FIFA 2014. I kililoch sono poi suddivisi complessivamente in 68 zone, 550 woredas e molte woredas speciali. La ribellione oromo fa tremare l'Etiopia, Corno d'Africa, milioni di persone fuggono per non affrontare la carenza di cibo, Carestia, Sud Sudan, Corno d'Africa e Lago Chad: è la fame per 30 milioni di persone, Ethiopia declares national state of emergency, Abiy Ahmed named as head of Ethiopia's EPRDF ruling coalition, Etiopia: eletto il premier, 40enne dell'etnia Oromo, Ethiopia's parliament approves Sahle-Work Zewde as president. Grave crisi umanitaria Dal 4 novembre scorso il governo federale dell'Etiopia ha lanciato un'offensiva militare contro le forze del Tplf Altre lingue afro-asiatiche comprendono il cuscitico Sidamo, l'Afar, lo hadiyya e le lingue agaw, così come le lingue semitiche, guraghé, harari, Silt'e e Argobba e il somalo parlato dal popolo somalo[186], Inoltre, lingue omotiche sono parlate dagli Omotici, minoranze etniche presenti nelle regioni meridionali. La monarchia venne abolita ufficialmente l'anno successivo, il 12 marzo del 1975, anche se l'ultimo imperatore (privo di poteri ed esiliato nel 1989) morì nel 1997. Nel IV secolo, la regione è stata una delle prime al mondo ad adottare ufficialmente il cristianesimo come religione di Stato. [121] Si concluse inoltre la guerra con l'Eritrea, che nel 1993 si costituì come Stato indipendente con l'approvazione del Fronte di Liberazione del Tigré guidato da Meles Zenawi. I sunniti sono in gran parte Shafeiti o salafiti. [51] Nel 1428, l'imperatore Yeshaq I inviò degli emissari ad Alfonso V d'Aragona, che, a sua volta, inviò dei suoi emissari.[52]. E Meles come uno dei rappresentanti del continente sulla … Intorno all'VIII secolo a.C. si sviluppò, nei territori corrispondenti alle odierne Eritrea ed Etiopia settentrionale, un regno noto come D'mt, sostituito nel IV secolo a.C. da vari piccoli regni. Le fasce altimetriche dell'altopiano Etiopico sono quattro: zona inferiore (acacie, euforbie, palme, tamarindi e bambù); zona intermedia (alberi e arbusti sempreverdi, aloe e ginepri) zona superiore (prati e i pascoli sfruttati dalla pastorizia) e aree cacuminali (vegetazione di tipo alpino). La città è sicura durante il giorno sia nelle vie centrali, che nei quadrati di ciotolato dove sono state costruit… La caratteristica principale dell'arte etiopica si riconosce nello sviluppo orizzontale, tipico degli edifici religiosi e civili, stile che si è differenziato tra le regioni nel paese. In questo periodo i Gesuiti fecero costruire chiese ma anche ponti e altre opere di pubblica utilità. Al tardo Regno di Dʿmt si riconducono le rovine del tempio di pietra di Yeha (VI o V secolo a.C.). Come il calendario copto, il calendario etiopico ha dodici mesi di esattamente 30 giorni ciascuno più cinque o sei giorni epagomeni, che comprendono un tredicesimo mese. [198] La versione aggiornata del CIA World Factbook, afferma che il cristianesimo è la religione più praticata in Etiopia. London: Longmans. Ad oggi, l’Etiopia è uno degli attori principali del Corno d’Africa, sia sul piano economico, sia sul piano della sicurezza. Presentata tradizionalmente dalle cronache etiopi come ebrea, secondo alcuni studiosi potrebbe invece essere stata pagana.[50]. Anticamente, con Etiopia si individuava un'area del nord-est dell'Africa, confinante a nord con l'Egitto e a est col Mar Rosso. Di una certa rilevanza sono il lago Abaya, il lago Abbe e il lago Turkana. L'Etiopia, nella sua forma più moderna, ebbe inizio con il regno di Menelik II, imperatore dal 1889 fino alla sua morte nel 1913. Si prevede che per il 2060 l'Etiopia raggiunga i 210 milioni di abitanti, ipotizzando un tasso annuo medio di crescita del 2,5%.[185]. Per ragioni di compatibilità il nome del padre è preso come cognome della prole. Bulletin of the School of Oriental and African Studies, Weil, Shalva (2008) "Zionism among Ethiopian Jews" in, Pew Forum on Religious & Public life. [104], Nonostante i tentativi di sedare le rivolte da parte dell'Imperatore, il 12 settembre 1974 scoppiò la guerra civile, condotta dal Derg, giunta militare di stampo marxista-leninista, che depose Hailé Selassié[107] e incoronò al suo posto il figlio Amhà Selassié. Questa nuova linea dinastica, nota come dinastia salomonica, rivendicava la discendenza diretta dal biblico Re Salomone. È l’unica certezza che resta, il giorno dopo il fallito colpo di stato in Etiopia. [48], Attorno al 970 la regina Gudit[49] invase il regno di Axum e distrusse tutti i luoghi di culto cristiani. Di conseguenza, a partire dal 2002 l'Etiopia ha costruito 33.297 km di strade, sia asfaltate che in ghiaia. Nel 21 febbraio 1543 i musulmani furono a loro volta fortemente sconfitti nella battaglia di Wayna Daga, in cui perse la vita lo stesso Ahmad. [22] Il conflitto si concluse l'anno seguente con la pesante sconfitta italiana nella battaglia di Adua e la conseguente stipula il 26 ottobre del 1896 del trattato di Addis Abeba, che abrogò il precedente trattato di Uccialli e sancì le nuove relazioni fra i due Paesi: l'Italia riconobbe la piena sovranità etiopica, il confine lungo la linea Mareb-Belesa-Muna rimase inalterato, i prigionieri italiani furono restituiti in cambio del pagamento delle spese per il loro sostentamento e furono avviate nuove trattative commerciali.[23]. L'Etiopia post-DERG restò un regime autoritario, in cui un federalismo de iure si contrappone ad un pesante centralismo e ad una repressione militare delle richieste autonomiste delle province, in particolare del popolo oromo, maggioritario, la cui ultima rivolta nel 2016 è stata repressa nel sangue. Da segnalare inoltre Mamo Wolde, Miruts Yifter, Derartu Tulu, Tirunesh Dibaba, Meseret Defar, Birhane Adere, Tiki Gelana, Genzebe Dibaba e Gelete Burka. L'impero d'Etiopia si concluse solo nel 1974, quando un colpo di Stato portò al potere una giunta militare (Derg) capeggiata dal dittatore Mengistu Haile Mariam che depose l'ultimo imperatore Hailé Selassié. [10] Tra questi, l'aeroporto internazionale Bole di Addis Abeba[177] e l'aeroporto internazionale di Aba Tenna Dejazmach Yilma di Dire Dawa; entrambi ospitano voli internazionali. [148] Sedici specie sono in pericolo o gravemente in pericolo. [70][78] Il Regno d'Italia e l'Impero d'Etiopia firmarono il 26 ottobre del 1896 il trattato di Addis Abeba, che abrogò il precedente trattato di Uccialli e sancì le nuove relazioni fra i due Paesi: l'Italia riconobbe la piena sovranità etiopica, il confine lungo la linea Mareb-Belesa-Muna rimase inalterato, i prigionieri italiani furono restituiti in cambio del pagamento delle spese per il loro sostentamento e furono avviate nuove trattative commerciali. Inoltre il governo etiope risente del mancato gettito fiscale e delle entrate in valuta estera. [101], L'Imperatore proseguì negli anni l'opera di modernizzazione del Paese e soprattutto della capitale Addis Abeba; incaricò vari architetti occidentali della progettazione di nuovi edifici governativi e, in continuità col piano regolatore italiano, dell'estensione della rete viaria cittadina. 304 likes. [174][175], L'Etiopia possiede 681 km di ferrovia, che consiste principalmente nella ferroviaria Addis Abeba - Gibuti con 1.000 millimetri (3 ft 3 3/8 in) a scartamento metrico. Tuttavia, con gli ultimi avvistamenti a Fincha, questo canide in Etiopia rischia l'estinzione. ECONOMIA. Gli imperatori divennero mere figure di facciata, controllate inizialmente dai capi militari del Tigré ras Mikael Sehul e ras Wolde Selassie e successivamente dalla dinastia oromo dei Yejju, tra i quali ras Gugsa di Yejju del Begemder, che introdusse come lingua di corte l'oromonico.[65][66]. Editied by Washington: GPO for the Library of Congress, 1991. [25] Questo processo richiese misure transitorie dato l'alto numero di schiavi presenti, stimati in 9 milioni, ma le amministrazioni locali furono efficienti e si possono ricordare De Bono in Tigré o Tomellini in Agarò[26]. La moderna capitale Addis Abeba si trova ai piedi del Monte Entoto a un'altitudine di circa 2.400 metri, altitudine che le conferisce un clima mite per tutto il corso dell'anno. Con la definitiva fine del comunismo in Europa orientale in seguito alle rivoluzioni del 1989, nel 1990 si interruppero completamente gli aiuti sovietici all'Etiopia. L'agricoltura è praticata con metodi tradizionali; sugli altopiani si coltivano il caffè per l'esportazione, ortaggi, legumi e frumento (orzo e grano); nelle zone più umide si coltivano cotone e tabacco. [220], La prima medaglia d'oro olimpica per l'Etiopia e per il continente africano è stata conquistata nella maratona, ai Giochi olimpici di Roma 1960, da Abebe Bikila, Il turismo in Etiopia non è sviluppato, soprattutto a causa di infrastrutture poco adeguate. Teodoro II, fortemente indebolito nel potere, si suicidò nel 1868 dopo la sua ultima battaglia contro un corpo di spedizione britannico. Gerd Gräber, Angelika Gräber, Berhanu Berhe. Presumibilmente intorno al 970 ebbe inizio un periodo considerato da vari studiosi come "Medioevo etiope",[1] quando la regina Gudit (o Yodit), forse ebrea, invase il regno di Axum e distrusse tutti i luoghi di culto cristiani;[6] benché le notizie certe siano molto scarse, secondo la tradizione etiopica Gudit governò sulla regione per 40 anni prima di trasmettere la corona ai suoi discendenti.[1][6]. Alla base dell’economia etiope c’è ancora l’agricoltura e … Gli italiani riuscirono a sconfiggere la resistenza degli etiopi e a spingersi fino alla capitale Addis Abeba, nella quale entrarono il 5 maggio 1936, mentre l'imperatore Hailé Selassié andò in volontario esilio. Notevole è anche la comunità Sufi. Nel giugno 1995 si tennero le prime elezioni democratiche per l'elezione del parlamento etiopico nazionale e di vari parlamenti regionali. L'ultimo dei successori della regina Gudit fu rovesciato da Mara Teclè Haimanòt, che nel 1137 fondò la dinastia Zaguè di etnia agau e sposò una figlia dell'ultimo re di Axum, Dil Na'od, per affermare la sua legittimità alla successione. Esso è un calendario lunare-stellare; si basa su osservazioni astronomiche della luna, in collaborazione con sette stelle particolari o costellazioni. Menelik II pretese quindi una revisione del trattato prima dei tempi stabiliti, ma il governo italiano rifiutò. Questi sforzi, ora, rischiano di essere messi a dura prova dalla crisi politica in atto e … Fra il 1528 e il 1540 l'imam Ahmad ibn Ibrihim al-Ghazi invase il sultanato di Adal (una delle regioni musulmane dell'impero etiope) e da lì scatenò i propri eserciti contro l'Etiopia, dichiarando la guerra santa. [29], Nel 1977, nella lotta interna tra le diverse fazioni del Derg, prevalse quella più radicale guidata dal maggiore Menghistu Hailé Mariàm, che instaurò per alcuni anni il cosiddetto regime del Terrore Rosso. [33][34] Secondo altri studiosi, invece, il D'mt fu il risultato dell'unione di culture afro-asiatiche con derivazioni sia cuscitiche, per mezzo dei locali Agau, sia semitiche, attraverso i Sabei dell'Arabia meridionale. Amministrativamente l’Etiopia è uno stato federale suddiviso in dieci stati regionali (o regioni) e due città autonome, Addis Abeba e Dire Daua. La fauna selvatica presenta numerose specie, soprattutto di animali di grossa taglia, come leoni, leopardi, elefanti, ippopotami, rinoceronti e antilopi. POLITICAL PROGRAM OF THE OROMO PEOPLE'S CONGRESS (OPC), International Crisis Group, "Ethnic Federalism and its Discontents". Inoltre, nella zona Nilo-sahariana si parla il nilotico e i più grandi gruppi etnici includono i Nuer e gli Anuak. Gli Etiopi fanno uso di un sistema di identificazione delle persone diverso da quella in uso nel sistema occidentale: ai bambini viene aggiunto il nome del loro padre e del nonno paterno, consecutivamente al proprio nome di battesimo. [186], Le lingue nilo-sahariane sono parlate dalle popolazioni nilotiche, minoranze etniche concentrate nelle zone a sud-ovest del paese. Il governo etiope è organizzato su più livelli e composto da un governo federale formato da stati su base etnica regionale, zone, distretti (woreda) e quartieri (kebele). Il Derg detronizzò Hailé Selassié e lo rinchiuse nel palazzo di Menelik II;[27] inizialmente incoronò al suo posto il figlio Amhà Selassié, ma il 12 marzo del 1975 proclamò la fine del regime imperiale[28] e la nascita di uno Stato comunista. La ribellione oromo fa tremare l'Etiopia, Ethiopia declares national state of emergency, Abiy Ahmed named as head of Ethiopia's EPRDF ruling coalition, Etiopia: eletto il premier, 40enne dell'etnia Oromo, Aksum: An African Civilization of Late Antiquity, Sito che raccoglie discorsi di Haile Selassie I in italiano, Contratto di acquisto della Baia di Assab, Repubblica Popolare Democratica d'Etiopia, Repubblica Democratica Popolare d'Etiopia, Fronte Democratico Rivoluzionario del Popolo Etiope, Repubblica Federale Democratica d'Etiopia. [205] Questo modello rallentò a causa del programma di riforma agraria del 1975 istituito dal governo, che prevedeva incentivi per tutti coloro che erano decisi a rimanere nelle zone rurali. But the embroidered print on the outside, the chunky bronze rings attached to the fashionably short straps and the oversized "it" bag status all scream designer chic.», Largest hydro electric power plant goes smoothly, Ethiopia hopes to power neighbors with dams. Come prima parte di un decennale programma di sviluppo del settore, tra il 1997 e il 2002 il governo etiope ha avviato uno sforzo continuo per migliorare le sue infrastrutture stradali.