Nonostante venisse creato un precedente, negli anni successivi i governatori coloniali e le assemblee elettive continuarono ad esercitare il potere di denunciare ed anche imprigionare gli stampatori per aver pubblicato opinioni dissenzienti. Libertà di espressione, di stampa e di vivere una vita normale, senza correre il rischio di essere assassinati nel bel mezzo di una giornata lavorativa. In un suo articolo pubblicato sul North Briton il 23 aprile 1763 (n. 45), Wilkes criticò aspramente un discorso, preparato dal governo, che re Giorgio III aveva letto in Parlamento il 16 aprile. Questa tesi è impressionante, non è restrittivo è semplicemente un attentato alla libertà di espressione. Inevitabilmente, queste persone vivono in stati dove non esiste un sistema democratico o dove esistono gravi carenze nel processo democratico. castel668, gennaio 15, 2015 novembre 20, 2018, Qual è il vostro sport preferito e perché?, 0 . The Government's power to censor the press was abolished so that the press would remain forever free to censure the Government. Essi svilupparono le loro idee in contrapposizione alla tradizione monarchica in generale ed al diritto divino dei re in particolare. Inoltre la libertà i stampa è utile per tutto e in parte inviolabile. Attentato alla libertà di stampa. Money.it è una testata giornalistica a tema economico e finanziario. La legge definisce i limiti e le prerogative del concetto di "interesse nazionale". Durante l'era coloniale i giornali non avevano bisogno di licenza, ed erano liberi di sostenere punti di vista contrari a quello del governatore, ma potevano essere denunciati dalla pubblica autorità per la pubblicazione non autorizzata di libelli anti-governativi o addirittura per sedizione, se le loro opinioni minacciassero la posizione ufficiale del governo. Entrambe utilizzano criteri propri: Per entrambe le ONG il concetto di indipendenza della stampa è strettamente legato al concetto di libertà di stampa. Jefferson, un non federalista, era il vicepresidente al tempo in cui questa legge venne approvata. Per queste ragioni, la libertà di stampa e di esprimere liberamente le proprie opinioni viene universalmente riconosciuta come uno degli elementi fondanti e indispensabili per lo Stato di diritto e la tutela della democrazia. it. Successivamente si cominciò ad eliminare quello che era stato stampato prima dell'avvento al potere dei soviet: al regime non bastò tacitare il dissenso, si voleva rendere impensabile l'esistenza stessa di un'opposizione. I primi stampatori coloniali erano soggetti ad un doppio regime: quello di Un contratto sociale viene stipulato dalle persone, e la Sovranità (il governo) riceve istruzioni per proteggere questi diritti individuali nell'interesse della gente". L’articolo 21 della Costituzione italiana ne garantisce l’inviolabilità in ogni sua forma, scritta o parlata e con ogni altro mezzo di diffusione. Il giornalista ebbe pesantissime conseguenze legali ma infine riuscì ad ottenere la libertà per i giornali di criticare il governo e di riportare testualmente le sedute parlamentari. Il magnate John Hancock fu il primo editore di giornali nelle Colonnie britanniche del Nord America. Nel 1929 vi era una lista nera composta da duemila titoli, nel 1938 si arrivò a cinquemila, per circa dieci milioni di libri. La società giusta è quella nella quale il più grande numero di persone godono della più grande quantità possibile di felicità. Il sondaggio pone domande su eventuali attacchi ai giornalisti e ai media, su cause indirette di pressioni contro la libertà di stampa, come quelle fatte sui giornalisti da gruppi non governativi. Rispondi Elimina. Infatti Thomas Jefferson era tra coloro che si opposero a quella legge, e quando venne eletto Presidente nell'elezione presidenziale del 1800 si impegnò per abolirla. Secondo Wilkes il governo aveva nascosto la verità ai sudditi sulle trattative seguite alla vittoriosa guerra sulla Francia in Nordamerica. Inoltre mirava a sradicare l'ampia tradizione del Cristianesimo tedesco ed a sostituirlo con una serie di miti neopagani, vitalistici e nietzchiani, mescolati con idee esoteriche, di tipo reincarnazioniste proprie dell'Induismo simili a quelle della Golden Dawn. Da segnalare che tale legge considerava come crimini le critiche al Congresso, ed al Presidente, ma il reato non veniva esteso alle critiche al vicepresidente. Nella Costituzione italiana, la libertà di stampa trova tutela nell’articolo 21, composto da 5 commi che ne spiegano il significato, l’estensione e le ipotesi di limitazione di tale libertà. Zenger venne messo in carcere, ma tenne duro e non fece nomi. Questi teorici liberali sostennero che la libertà di espressione era un diritto richiesto dagli individui e che si basava sulla legge naturale. In questo foglio Milton argomentava energicamente contro questa forma di censura governativa e si faceva beffe dell'idea, scrivendo: «mentre sia debitori che delinquenti possono camminare liberamente senza essere vigilati, dei libri inoffensivi non possono essere stampati senza un bollo-secondino ben visibile sotto il loro titolo». A partire dal 1923 il regime fascista procedette alla progressiva soppressione della libertà d'informazione. Money.it srl a socio unico (Aut. La legge stabilisce provvedimenti adeguati a prevenire e a reprimere le violazioni.[”. E poi, secondo il report Demonishing The Media, ci sono gli omicidi e le molestie online. II-11)[1]. Il regime comunista represse la libertà di stampa fin dalla sua nascita. La dittatura di Adolf Hitler soppresse completamente il diritto alla libertà di stampa. Manifestazioni in tutta la Francia contro la nuova legge che limita il diritto di pubblicare immagini degli agenti. Utilizzo del XIV emendamento nelle sentenze, Così S. Rodotà il 31 gennaio 2014 a Venezia alla Fondazione Cini, al seminario della Scuola per Librai "Umberto e Elisabetta Mauri", secondo cui occorre "capovolgere l'assunto secondo il quale unico riferimento deve essere la logica proprietaria; quello di inventare forme anche giuridiche di riconoscimento concreto del diritto alla conoscenza, liberandosi dalla tentazione di rifugiarsi nelle vecchie categorie, che la forza delle cose continuamente scardina (ecco, allora, le tariffe flat, i creative commons e tutti gli altri strumenti che disegnano un contesto istituzionale dove diventa possibile la composizione degli interessi)" (consultato alla URL. Per libertà di stampa bisogna intendere la libertà di esprimere e comunicare informazioni su giornali, radio, televisioni e via Internet, da parte dei privati cittadini e delle loro associazioni. Oramai come ben si sa questo non é il primo il primo attentato nel corso della storia ,ma quasi sempre la causa principale e che é quella più evidente é la religione. L'argomento centrale proposto da Milton era che l'individuo è capace di utilizzare la ragione per saper distinguere il bene dal male, il corretto dall'incorretto. Il maggiore ispiratore teorico del liberalismo occidentale è stato John Locke. 3 maggio 2020, ore 16:30 . Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla libertà di stampa. La decisione 5-4 era che un tale tipo di protezione non veniva affatto fornito dal primo emendamento. Condividi. Nel campo dell'arte, per l'influenza dei gusti pittorici del paesaggista Adolf Hitler (che p.es ammirava Arnold Böcklin) si dedicava alla denigrazione sistematica delle varie avanguardie artistiche come l'astrattismo, il cubismo, il dadaismo, l'espressionismo, l'impressionismo, che definivano "arte degenerata". apologia di reato) e in quelli contro la morale. Il 7 febbraio 2007 le autorità algerine hanno bloccato un convegno sul tema ancora controverso delle "sparizioni" che si verificarono negli anni novanta nel corso della guerra civile, intitolato "Pour la Vérité, la Paix et la Conciliation" (Per la Verità, la Pace e la Conciliazione) e organizzato da varie associazioni di diritti civili (soprattutto rappresentanti delle famiglie degli scomparsi). Inoltre, i critici della controversa Carta per la pace e la riconciliazione nazionale, adottata il 29 settembre 2006, sono stati presi di mira dalle autorità, che utilizzano vari metodi di intimidazione, compresi i processi, contro avvocati e difensori dei diritti umani. Quel giorno è morto il pensiero umano , la razionalità , la libertà di stampa e di pensiero. Davanti al tribunale di Istanbul, questa mattina, il direttore di Cumhuriyet, quotidiano d’opposizione, Can Dundar è scampato ad un attentato nel quale è rimasto ferito ad una gamba un reporter. Infatti, anche la Carta dei diritti fondamentali dell’Unione ne prevede la tutela e riconosce la piena “libertà di espressione e informazione. John Wilkes (1725-1797) fu un coraggioso fautore della libertà di stampa, che difese contro i tentativi assolutistici di re Giorgio III. Il suo avvocato difensore, Andrew Hamilton, convinse la giuria argomentando che pubblicare la "verità" non costituisce un atto di sedizione (cosa contrastante con la legislazione britannica di allora). Prendendo spunto da questi esempi, il primo Emendamento della Costituzione degli Stati Uniti pose misure restrittive al Congresso che impedirono porre dei limiti alla libertà di stampa e al diritto di libertà di parola, molto strettamente associato. Si cita spesso Edmund Burke che avrebbe detto: "Tre Stati nel Parlamento; ma laggiù nella galleria dei giornalisti, risiede un Quarto Stato molto più importante rispetto a tutti gli altri". La propaganda della Germania nazista era accanitamente dedita alla falsificazione sistematica di tutta la storia tedesca, soprattutto glorificando gli aspetti marziali e guerreschi, sin dall'epoca ancestrale delle prime tribù germaniche. L'effetto più nefasto della assenza di libertà di stampa nella Germania Nazista (ma anzi una mancanza totale di libera circolazione delle idee, dovuta al regime ed alla guerra) è stato l'Olocausto degli ebrei, che si pensavano soltanto deportati nei campi di lavoro, nonché la distruzione quasi totale e la divisione della Germania, già praticamente sconfitta, ma che in base alla propaganda nazista aveva ancora qualche possibilità di vittoria. John Peter Zenger, editore del New York Weekly, era stato denunciato dal governatore Cosby, che voleva conoscere a tutti i costi il nome del collaboratore che scriveva pezzi satirici contro di lui. Ai possessori dell'enciclopedia fu inviato per posta un quartino[14] con un nuovo testo che sostituiva la vecchia voce con una serie di ritocchi di voci contigue. In particolare, lo Statuto Albertino e il successivo Editto sulla stampa di Carlo Alberto di Savoia furono la base della legislazione sulla libertà di stampa nel Regno d'Italia. Il Re era da considerarsi al di sopra di qualsiasi critica pubblica ed ogni affermazione che criticasse il governo era proibita, questo secondo la Corte inglese della Star Chamber. Reporter Senza Frontiere considera anche il numero di giornalisti uccisi, espulsi o aggrediti in qualsiasi modo, e l'esistenza di un. A livello ideologico, i primi fautori della libertà di stampa furono i pensatori liberali del XVII e XIX secolo. L’attentato a Charlie Hebdo ha certamente scosso tutta l’Europa. 21 della Costituzione. Negli scritti di Milton si sviluppa il concetto della “piazza del mercato aperto delle idee”: "quando le persone espongono argomenti discordanti oppure opposti, i buoni argomenti prevalgono". Se ne individui il fondamento in una specifica libertà dell’arte, che per vero solo in alcuni casi può essere invocata, o nella generale libertà di manifestazione del pensiero o, quanto alla satira religiosa, nella stessa libertà di religione (artt. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure. La prudenza della Fase 2 non è un attentato alla libertà di culto . L'oggetto in questione deciso nel caso era se un giornalista potesse rifiutarsi di "apparire e testimoniare davanti alle corti degli Stati e della Alta corte federale" dichiarando per sottrarsi all'ingiunzione "che tale comparsa e testimonianza coinvolge la libertà di parola e di stampa garantita dal primo emendamento." Il previsto documentario sui giornalisti indipendenti licenziati, e/o emarginati e/o censurati, e/o querelati con richiesta di risarcimenti milionari, e/o estromessi dalle loro mansioni, in programmazione alle 23,50, poi spostato alle 03,25, è annullato per problemi tecnici. Le condizioni di lavoro dei giornalisti in Algeria sono cambiate a partire dall'indipendenza nel 1962. Il primo giornale che ebbe regolari pubblicazioni fu il Boston News-Letter di John Campbell, che uscì settimanalmente sin dal 1704. Probabilmente il primo giornale indipendente delle colonie inglesi in America fu il New-England Courant, pubblicato a Boston da James Franklin a partire dal 1721. Traduzione di Vittorio Piva (†1907) in: Le discussioni del sesto Landtag delle province renane (1842), Roma, L. Mongini editore, 1899. La nozione della stampa come Quarto potere viene a volte utilizzata per collocare i media tra i poteri dello Stato democratico, aggiungendoli ai tre poteri teorizzati da Montesquieu (legislativo, esecutivo e giudiziario). Si può procedere a sequestro soltanto per atto motivato dell’autorità giudiziaria nel caso di delitti, per i quali la legge sulla stampa espressamente lo autorizzi, o nel caso di violazione delle norme che la legge stessa prescriva per l’indicazione dei responsabili. Comincio la mie giornata alle 7 con la Messa di papa Francesco. Questo è stato infatti il modo con il quale il Covid 19 ha rivelato il doppio volto del nostro simile. Non veniva chiesto agli imputati cosa avessero fatto, ma soltanto se erano stati accusati per via della legge "Alien and Sedition". Due organizzazioni non governative (ONG) molto note nel mondo, Reporter Senza Frontiere e Freedom House, stilano ogni anno una classifica delle nazioni in termini della libertà di stampa. Per indurre i destinatari ad eseguire effettivamente quanto richiesto, il tutto fu accompagnato da un fogliettino di istruzioni. La stampa in India deriva la sua libertà come conseguenza dell'interpretazione dell'Articolo 19(1)(a) della Costituzione indiana che afferma: "Tutti i cittadini hanno il diritto alla libertà di parola ed espressione". Un passo ulteriore per rafforzare il monopolio statale fu fatto nel 1919, quando fu attribuito al Gosizdat (la neonata casa editrice di stato) il diritto esclusivo alla pubblicazione dei classici, sia degli autori contemporanei, sia di quelli del passato. Alcune delle più severe leggi sono l'Official Secrets Act e il Prevention of Terrorism Act(PoTA). Si può procedere a sequestro soltanto per atto motivato dell'autorità giudiziaria nel caso di delitti, per i quali la legge sulla stampa espressamente lo autorizzi, o nel caso di violazione delle norme che la legge stessa prescriva per l'indicazione dei responsabili.», A differenza dei corrispondenti articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo sancita dalle Nazioni Unite e da quella dei diritti fondamentali dell'Unione europea, che non prevedono limiti, la Carta Costituzionale italiana fissa dei limiti, che principalmente rientrano nei reati d'opinione (ad es. Attentato alla libertà di stampa. Altre correnti di pensiero successivamente presentarono argomentazioni a favore della libertà di stampa senza dover per forza basarsi sulla controversa questione della "legge naturale"; ad esempio, la libertà di espressione cominciò ad essere ritenuta come una componente essenziale del "contratto sociale" (L'accordo basico tra le strutture di uno stato ed il suo popolo riguardo ai diritti e ai doveri che il governo ed ogni parte della società doveva concedere ed accettare rispetto alle altre). Fino al 1694, l'Inghilterra aveva un elaborato sistema per la concessione delle licenze di stampa. Di un autore caduto in disgrazia, non venivano solamente bruciate le opere: veniva cancellata la sua presenza anche da cataloghi, bibliografie, dizionari (citazioni esplicative di un concetto), enciclopedie. Applicando questi principi generali di libertà alla libertà di stampa, Mill afferma che se noi riduciamo al silenzio un'opinione, potremmo ridurre al silenzio la verità. Pochi anni dopo, suo fratello minore, Benjamin Franklin, acquistò la Pennsylvania Gazette di Filadelfia, che fu il giornale più letto dell'era coloniale. Tali documenti sono sottratti alla stampa ed al pubblico dei ricercatori in genere. Comunque, a partire dallo scoppio della guerra civile negli anni novanta, sono stati assassinati più di 70 giornalisti, sia da parte delle forze di sicurezza che degli islamisti. Il “bibliocidio” della politica. Nella Costituzione dell'India la parola "stampa" non viene menzionata. Anche se a quell'epoca ebbe poco effetto per fermare la pratica della licenza governativa, sarebbe stato visto nei secoli posteriori come una pietra miliare nel cammino verso la libertà di stampa. Dunque, la libertà di stampa era parte integrale dei diritti individuali promossi dall'ideologia liberale. Nel 1971, la Corte suprema, nella sentenza relativa ai Pentagon Papers, stabilì un livello molto alto di protezione della libertà di stampa[7][8][9][10][11]: «In the First Amendment the Founding Fathers gave the free press the protection it must have to fulfill its essential role in our democracy. 0. La Dichiarazione dei diritti della Virginia (1776) proclamò che "la libertà di stampa è uno dei più grandi bastioni della libertà e non potrà mai essere ristretta se non da governi dispotici." La libertà di stampa è uno dei presupposti fondamentali su cui si fonda lo Stato democratico, infatti la sua estensione o restrizione è indice del grado di libertà di cui godono non solo le testate giornalistiche ma anche tutti i cittadini di un determinato Paese. Nel 1931, la decisione della Corte suprema degli Stati Uniti nella causa Near / Minnesota utilizzò il XIV Emendamento della Costituzione degli Stati Uniti per applicare la libertà di stampa ai vari singoli stati dell'unione. Insieme di pagine costituito da una piegatura di un foglio. Immediata la replica del mondo giornalistico che ha gridato all’attentato alla libertà di stampa. Incassata l’assoluzione con formula piena della sindaca di Roma Virginia Raggi, l’ex deputato del movimento cinque stelle Alessandro Di Battista ha scritto in un post su facebook che i giornalisti sono “puttane”. Il giornalista dovrebbe innanzitutto muoversi di propria iniziativa, vagliare le fonti e cercare di fornire informazioni complete, non parziali e di parte come sono quelle spifferate da chi ha interesse e ne sceglie tempi e modi. Quello dei 5 stelle non è un attacco alla libertà di stampa. Il diritto di libera stampa comprende anche i membri delle agenzie di giornalismo, con le loro pubblicazioni, e si estende al diritto all'accesso ed alla raccolta d'informazioni (nonché alle procedure volte ad ottenere informazioni da comunicare al pubblico). Afferma lo stesso Locke nel suo libro Due Trattati sul Governo: "avendo deciso di garantire alcune delle sue libertà basiche, proprie dello stato naturale (natural rights) al popolino in generale, l'individuo consegna alcuni dei suoi diritti in affidamento (trusteeship) al governo. Parole negate. Only a free and unrestrained press can effectively expose deception in government.», «Nel primo emendamento i padri fondatori hanno dato alla libera stampa la protezione che essa deve avere per realizzare il suo essenziale ruolo nella nostra democrazia. La libertà di stampa è una necessità per ogni società democratica. La Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo e del Cittadino del 1789 la definisce come: “Libera comunicazione dei pensieri e delle opinioni, uno dei diritti più preziosi dell’Uomo; ogni cittadino può dunque parlare, scrivere, stampare liberamente, salvo a rispondere dell’abuso di questa libertà nei casi determinati dalla legge”. 51c.p. The press was to serve the governed, not the governors. Inoltre sottolineava come ogni problema mondiale in generale e tedesco in particolare, dipendesse da un complotto giudeo-plutocratico-massonico globale, e tendeva a spiegare moltissimi eventi e situazioni in base a questa teoria, basandosi sui "presunti" Protocolli dei Savi di Sion. Si giunse a prendere in considerazione anche gli acrostici fatti con le seconde lettere di ogni verso. e i limiti dettati dalla libertà di pensiero, il diritto alla satira nel caso di tutela della religione - Diritto.it Quando si parla di libertà di espressione subito il pensiero corre alla stampa ed è facile citare i molti esempi contenuti nelle varie costituzioni. L'indice di Reporter senza frontiere (RSF) per la libertà di stampa dà approssimativamente 40 per l'Algeria da cinque anni (sebbene la cifra sia aumentata, il che significa una minore libertà di stampa). La scriminate di cui all'art. L’attacco sferrato da un “commando terroristico” alla redazione francese del settimanale satirico parigino “Charlie Hebdo”, è una dichiarazione di guerra all’ Europa e al mondo Occidentale. Dopo l'8 settembre 1943, la repressione della libertà di stampa continuò nella Repubblica Sociale, mentre il resto della penisola venne gradualmente liberato dalle forze alleate. John Stuart Mill si avvicinò al problema dell'autorità contro la libertà dal punto di vista di un utilitarista del XIX secolo: l'individuo ha il diritto di esprimersi fintanto che non danneggi gli altri individui. Il governo affermava che la pace era “giusta”, mentre aveva fatto generose concessioni alla Francia largamente sconfitta. La Rivoluzione inglese del 1688 diede come conseguenza la supremazia del Parlamento sulla corona e, soprattutto, il diritto a "fare una rivoluzione". La libertà di stampa è un diritto che ogni Stato di diritto, assieme agli organi d'informazione (giornali, radio, televisioni, provider internet) dovrebbe garantire ai cittadini ed alle loro associazioni, per assicurare l'esistenza della libertà di parola e della stampa libera, con una serie di diritti estesi principalmente. Speriamo che anche la difesa possa esporre alcuni punti, se non è oggi, sarà domani, e ciò che spero è che il tribunale o il giudice si facciano carico del fatto che questo processo è stato manipolato fin dall’inizio per motivi politici, e che si tratta di un attacco alla libertà di espressione e alla libertà di stampa. La libertà di stampa è sotto attacco: 445 aggressioni fisiche nell'Ue dal 2014 al 2018, con l'Italia in testa alla classifica. Nel 1954, subito dopo la sua eliminazione, si volle eliminare anche la sua memoria. Applicando questi principi generali di libertà alla libertà di stampa, Mill afferma che se noi riduciamo al silenzio un'opinione, potremmo ridurre al silenzio la verità. Secondo Reporter Senza Frontiere, più di un terzo della popolazione mondiale vive in nazioni dove non esiste libertà di stampa. Divenne proverbiale la storia della voce “Berija” nella Grande enciclopedia sovietica. La libertà di stampa è un concetto estremamente problematico per molti sistemi non democratici di governo in quanto, nell'era moderna, lo stretto controllo dell'accesso all'informazione è critico per l'esistenza della maggior parte dei governi non democratici e dei sistemi di controllo e degli apparati di sicurezza a loro associati. Anche come paese integrante dell'Unione europea l'Italia si impegna a rispettare il principio della libertà di stampa come sancito nella Carta dei diritti fondamentali dell'Unione, che riconosce la "libertà di espressione e d'informazione" (art. Ad ogni paese è assegnato un punteggio che va da 0 (il migliore) a 100 (il peggiore) sulla base delle risposte a un questionario di 23 domande. Il PoTa è stato abolito dalla United Progressive Alliance, recentemente eletta al governo. Immediatamente dopo la presa del potere dei bolscevichi furono requisite le biblioteche private con più di 500 volumi. La società giusta è quella nella quale il più grande numero di persone godono della più grande quantità possibile di felicità. Sono vietate le pubblicazioni a stampa, gli spettacoli e tutte le altre manifestazioni contrarie al buon costume. Si tratta di una libertà inalienabile in quanto assicura la formazione del un convincimento personale di ogni individuo e consente di maturare un’opinione pubblica fondata e critica. La polemica che ne seguì costrinse il primo ministro, John Stuart, alle dimissioni. All'interno del movimento operaio sostenitrice della libertà di stampa fu la pensatrice e rivoluzionaria tedesca Rosa Luxemburg. Durante la Rivoluzione americana, la stampa libera venne identificata dai leader rivoluzionari come uno degli elementi della libertà che essi desideravano preservare. La libertà di manifestazione del pensiero e la connessa libertà di stampa sono un valori fondamentali della società democratica moderna. La propaganda era sempre usata dai nazisti nei loro giornali e negli altri mezzi di comunicazione. Si tratta di un articolo complesso, nel quale i padri costituenti hanno voluto incastonare il diritto dell’individuo ad esprimersi con qualsiasi mezzo, senza censure e senza dover chiedere autorizzazioni alle autorità, seppur con alcune eccezioni. Il 3 maggio è la giornata mondiale dedicata alla libertà di stampa e alla sicurezza dei giornalisti (si chiama “World Press Freedom Day” ed è stata istituita dall’Unesco nel 1993). Mocera Carlo 15 novembre 2018 08:29. Il potere del governo di censurare la stampa fu abolito affinché la stampa rimanesse per sempre libera di censurare il governo. E nel mondo spesso i più in pericolo sono i cronisti locali . Ho deciso di scrivere, quindi, per condannare l’attacco alla redazione del Charlie Hebdo e per esprime la mia preoccupazione in merito alla libertà di espressione. L'applicazione di Mill dei principi generali di libertà è espressa nel suo libro Saggio sulla libertà: «Se tutti gli uomini tranne uno, fossero di un parere, e quello, solo una persona fosse del parere opposto, tutti gli altri uomini non sarebbero giustificati a ridurre al silenzio quell'unico uomo, quanto lui, se ne avesse il potere, non sarebbe giustificato a ridurre al silenzio tutti gli altri». La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure. Autorizzazione Sul caso Raggi ho letto allusioni sessuali e riferimenti a Mani pulite, non posso solidarizzare con la sommossa dei giornalisti solo perchè sono un collega. Negli Stati di diritto, il principio di libertà di stampa implica che tutte le persone debbano avere il diritto di esprimersi tramite lo scritto o qualsiasi altro modo di espressione delle opinioni personali. La libertà individuale di espressione è dunque essenziale per la salute della società. Estero Decine di arresti e di feriti alla "Marcia per la Libertà" di Parigi. Altre cause di rilevanza riguardo alla stampa libera sono state: Nel procedimento Branzburg / Hayes (1972), la corte stabilì dei limiti nel diritto della stampa a rifiutare un'ingiunzione da una Alta corte appellandosi alla libertà di stampa. Nel dicembre 1925 la stampa di opposizione fu colpita duramente attraverso l'emanazione di una legge speciale (l. 31 dicembre 1925) che riconobbe come illegali tutte le testate non in linea con il regime. Per questo fine, molte società non democratiche impiegano agenzie di stampa a conduzione statale per promuovere la propaganda che è essenziale per mantenere la base di potere politico esistente e per sopprimere (spesso molto brutalmente, tramite l'uso di polizia, esercito o servizi segreti) qualsiasi tentativo significativo, da parte dei media o dei singoli giornalisti, di sfidare la "linea governativa" approvata su questioni contese. Era sufficiente, per insospettire i censori di regime, essere di nazionalità non russa, addirittura poteva bastare la citazione nell'opera del nome di un “nemico del popolo”. The press was protected so that it could bare the secrets of government and inform the people. INTERCETTAZIONI: MA QUALE ATTENTATO ALLA LIBERTA’ DI STAMPA?! ", Articolo originale pubblicato su Money.it qui: